04/06/06

Ville Lumière


Parigi era come se la ricordava, fresca, vivace, con un’atmosfera unica, e stava gironzolando dalle parti della Madeleine, proprio davanti alla più bella pasticceria della capitale, torte variopinte di nouvelle patisserie lo occhieggiavano dalle vetrine ed era indeciso su quale comprare quando da un cespuglio sbucò un sorments, era il più terribile e spaventoso che avesse mai visto, ingaggiò con lui una lotta senza esclusione di colpi poi, come Dio volle, arrivò l’ambulanza dei pompiers che lo portò a sirene spiegate alla neurodelirieux.
“ Spaventeux “ disse una vecchina.

2 commenti:

Jean du Yacht ha detto...

Tipica avventura (o disavventura) in stile Dubeline o, se preferite, in stile Ducasse d'Anubì.

Anonimo ha detto...

Your are Excellent. And so is your site! Keep up the good work. Bookmarked.
»