18/06/06

Fabula

Il violinista cieco percorreva la sua notte ascoltando attentamente, ogni tanto le mani lo informavano sulla consistenza del suo mondo, ma non sospettò mai che esistessero i colori.
La clarinettista sorda lo seguiva osservando le sue orme sulla terra , non sospetto mai che suonasse il pifferaio magico, finì nell’antro dell’orco che la chiavò.
Ma non sentì niente.

2 commenti:

Jean du Yeah ha detto...

Sicuramente l'orco era muto, per questo la clarinettista non sentì niente (e di conseguenza non gongolò e nemmeno morì) Oh (vedi nome)!

FATATAPASSERA ha detto...

sbagiato Jean ritenta sarai piu fortunato