17/04/06

Satis est

Avevano bussato alla porta del suo studio, Haemo sollevò lo sguardo dalla relazione che aveva preparato per il congresso e che stava rileggendo: “Avanti!” disse un po’ irritato, non amava essere interrotto.
Luca, il suo assistente prediletto si affacciò sulla porta: “ Permette professore?”
“Entra Luca, accomodati pure” disse Royd indicandogli l’inginocchiatoio in tek posto di fronte alla scrivania.
Luca Dott.Grimaldi si inginocchiò diligente ed a mani giunte: “ Maestro posso fare festa questa domenica? Sono ottantasei giorni che lavoro ininterrottamente” disse.
Il Benevolo riflettè qualche istante poi intriso dal senso di giustizia che gli era proprio: “ Si” disse “ Ma non interrompermi mai più per simili inezie” aggiunse severo.

5 commenti:

LUZ DE CESSY ha detto...

semel in anno licet festivalare ?
maa festa deriva da festival di S remo?
mi illumini o Kilowattore :-)

Luz du me Balou ha detto...

Se mi è lecito intromettermi, "festa" deriva dal nome del famoso regista PASQUALE (attualissimo più che mai) FESTA CAMPANILE (eddajje!).
Cara Luz de Cessy, Kilowattore è proprio azzeccato!!!
firmato Pila Divolta (involta) nata a Pila, residente a Borgopila, ma qualche Volta vado ancora a pila.
p.s.: suono la batteria.

Haemo Royd ha detto...

Non vale! Sono piu' divertenti i commenti del racconto!
una curiosita' luz du me balou vesti in Pile?

luz du me balou ha detto...

Bravo il PERSPICACE, hai proprio indovinato, di "Pile" ne ho una pila enorme; inoltre uno dei miei hobby preferiti è parlare del + e del -, ma non mi piace dePILArmi e odio ponzio PILAto.
Ad salud.

Haemo Royd ha detto...

Che tipino polare!
H.