07/04/06

La tromba

La nebbia era così fitta che Haemo fu costretto a fermarsi, scese dalla macchina per cercare di orientarsi, dal turbinio bianco sbucò all’improvviso preceduta dalla musica una banda di ottoni, i musicanti gli passavano davanti uno alla volta, emergevano dal biancore per riimmergervisi immediatamente lo sguardo fisso sullo spartito.
Erano centinaia, in fila per uno ma lui poteva vederne solo uno alla volta, dopo circa due ore Royd, si accorse che erano tutti uguali e tutti suonavano lo stesso strumento, la tromba.
La nebbia finalmente si dissipò ma lo scemo di Carugate continuò a girare attorno ad Haemo ancora e ancora e ancora suonando la sua tromba.

1 commento:

Clotilde Trombetta in Bocca ha detto...

veramente se vogliamo essere corretti lo scemo di carugate suonava il piffero,ma Hemo data la sua notoria presbiopia confuse il piffero colla tromba .....e saltando qua e là tra l'erbetta cantava giulivo : Si tromba ,si tromba :-)