31/10/06

A Cappella

“ Si metta pure comodo la prego” disse Haemo al famoso attore che era ricorso a lui per una fastidiosissima verruca balanica , “ In pochi minuti il suo problema sarà risolto, certo, l’aggeggio risulterà un tantinello più cortino” aggiunse impugnando un ferro chirurgico che assomigliava vagamente ad un’enorme tenaglia.
I suoi discepoli disposti a semicerchio attorno al lettino intonarono un canto a cappella ma ciò non servì ad aumentare il rilassamento del paziente il quale, anzi, si dimostrò un poco teso.

1 commento:

Jean de la Chapelle ha detto...

Il canto A CAPPELLA è senza dubbio molto indicato, ma per l'occasione anche un leggero sottofondo di ORGANO non sarebbe tanto male.
p.s.: indubbiamente quel paziente non gongolò.