01/10/06

Ave Regina mater misericordiae

La noia lo stava travolgendo, ogni momento della sua giornata era previsto e prevedibile, gli stessi gesti, spesso anche gli stessi pensieri giravano e giravano e giravano.
Così quel giorno, per cambiare un po’ uccise sua suocera ed un vicino carabiniere che era accorso alle urla della poveretta, mentre lo portavano via gongolò, si prospettava una vita diversa, piena di nuove esperienze.
Agrottò la fronte preoccupato per le sue emorroidi, ma giusto il tempo di un ave .

4 commenti:

Suor Ospizia dell'ordine delle vergini crociate ha detto...

gaudeamus igitur nunc et semper

Haemo Royd ha detto...

in saecula saeculorum

Anonimo Materano (Mater Anus) ha detto...

morituri te salutant e vattel a pià intel buson.

Franco ha detto...

Alio et Olio very nice blog!
would it make fun for you to make money in the Internet?
yes?
more information
www-franco.blogspot.com
see the video