19/10/06

Passero solitario

Finalmente avrebbe visto gente, avrebbe scambiato idee, ogni tanto la solitudine gli pesava un po’, guardò l’orologio ed allungò il passo, non voleva far tardi, agognava mettersi in terza fila proprio nel cuore della folla.
“Presto…..presto, l’Assemblea di condominio inizia fra soli dieci minuti” pensò e gongolò un poco dentro di se.

1 commento:

UGA DE FOSCALIS ha detto...

d'in sulla tromba delle scale
passero solitario svolazzando vai
sopra la testa dei condomini
le tue cacchine fai:-)