01/09/10

Sadìk

" Offri le tue sofferenze al Signore" disse il Cardinale al malato con la fronte imperlata di sudore per il cancro che lo stava uccidendo.
" Scusi Eminenza ma il Signore che se ne fa del mio dolore?" pigolò il Terminale.
" Hem...beh...a Lui piace" mormorò il Presule.
" Ellamadonna!" pensò Haemo a mezza voce.

4 commenti:

Jean du Yacht ha detto...

Ma non si dice Ellafitzgerald?
p.s.: e con questo sei arrivato a 902; quando raggiungerai i 1000 avrai un premio da Garibaldi? hi hi

Visir ha detto...

Giriamola come vogliamo alla fine finiamo tutti in una scatola di legno.
Ognuno, esorcizza la paura della fine certa che arriverà sempre inaspettata come gli pare.
Risposte sicure non le ha nessuno.

Perchè dovrei avere fede nella fede degli altri? Si domandava il cavaliere Sblock che giocava a scacchi con la morte ne "Il settimo sigillo" di Bergman.

Per quanti soldi si possono mettere nella cassetta delle offerte, Dio non rivolge la parola mai a nessuno, forse perchè non sappiamo tacere e ascoltare quel silenzio che ci parla.
Non c'è la soluzione ma così non c'è neanche il problema.

Ciò che conta forse è dare un senso alla nostra esistenza, altrimenti una vita inutile è inutilmente lunga.

Ellamadonna! Direbbe Haemo.

lentiggine blu ha detto...

OOOOOOOOOO...ORCHIDEA:
Fiore, bestemmia:
triste dilemma

lentiggine blu ha detto...

... e mentre mormorava mentalmente a mezzavoce innocenti
bestemmiucce, Haemo, da candido poveraccio qual era, accarezzava con sguardo di languida invidia le scarpine di Prada che occhieggiavano da sotto la tonaca del Porporatissimo. "Piacciono? Fondo 8 per mille a santa romana ecclesia.Firmato?", tuonò Sua Eminenza, ma poi si contenne e gongolò.