21/07/08

Enel

“Oggi avete imparato una lezione importante miei diletti” disse Haemo rivolto ai suoi dodici assistenti :” Molte persone amano soffrire, complicano le cose semplici, percorrono la vita con fardelli della consistenza del fumo ma col peso del mercurio, arzigogolano, frugano nel fango e nelle ombre, mostrate loro il cammino, ricordate loro che questa non è una vita di prova, è quella vera ed è unica, poi, se proprio non capiscono, mandateli pure a dar via il culo o suggerite loro di partecipare ad un concorso di poesia dilettantistica “
Fra gli Illuminati qualcuno pianse.

4 commenti:

Bluvulvet ha detto...

e qualcuno sorrise
doc col tempo stai diventando un pozzo di saggezza :-)

Fosca Barberini ha detto...

non sono certa di aver capito il nesso,comunque molto,ma molto ermetico...e pulito;))
F
ps.chiedo venia,sono un'esteta pazza

Jean du Yacht ha detto...

Prima il concorso di poesia, poi "A dar del culo, via!" (che sembra il titolo di una poesia, neanche troppo ermetica).

Visir ha detto...

Munifico sacerdote di Ippocrate,
ella lambisce verità eterne come il mare.
Addita la luna, ma molti si fermano a rimirar solo il dito (medio usualmente).

Parimenti l'uomo desidera il proprio bene e il proprio male in quanto ogni cosa abbisogna del suo opposto per essere sostenuta.
Prendere una decisione univoca e non contradditoria appare allora un dato scontato che però si trascura.
Decidere di essere felici, solo pochi a questo mondo hanno la saggezza di prendere un impegno così importante con se stessi.