07/06/08

La Sporcacciona

“Professore mi aiuti, il mondo è infestato di microbi, mi fanno tanta paura e sono costretta a disinfettare tutto ciò che tocco” disse la giovane signora davanti ad Haemo.
“Quanti anni ha piccina?” chiese il Taumaturgo.
“Trentasei eccellenza”
“Quindi è sopravissuta tutto questo tempo nonostante i terribili agenti patogeni…interessante, le dò un compito, disinfettare non basta, il calore uccide i germi, così lei, per ottenere una vera disinfezione, dovrà sfregare le superfici, le maniglie e tutto il resto almeno duecento volte cioè finchè l’attrito le renderà caldissime, solo così sarà davvero protetta, torni fra dieci giorni per la prosecuzione della terapia”
“Com’e’ andata, ha eseguito una scrupolosa protettiva disinfezione come le ho suggerito?” chiese Haemo dopo dieci giorni.
“Professore, mi scusi, l’ho fatto solo una volta, era faticosissimo, poi mi sono detta…,mi scusi,fanculo i germi, se son sopravvissuta finora sopravviverò ancora ed ho smesso ogni forma di disinfezione, ho fatto male?”
Royd sorrise benevolo e la invitò a cena da Pina la Sporcacciona.

3 commenti:

Jean du Yacht ha detto...

Quando sono giunto al punto "...dovrà sfregare le superfici, le maniglie e tutto il resto..." sinceramente ammetto che stavo cominciando a pensar male del 'Taumaturgo', me malizioso e diffidente che non son altro, veh!
p.s.: come si mangia da Pina la Sporcacciona?

Haemo Royd ha detto...

Dalla Sporcacciona si mangia bene, specie la piovra in salsa arioli, dopo la cena, la giovane signora, assistette ad una specie di miracolo e la sua vita cambiò ulteriormente.

Humbert ha detto...

Questo post mi diverte e mi fa anche riflettere, mi fa pensare all'acqua. L'acqua e il ruolo che ha, come diluente per alcool, o disinfettanti, o come fonte per dissetare, o come secondo abito :) quando (spero) la mia lei se ne fara' cadere addosso di notte non notando che la bottiglia piena d'acqua era gia' aperta.