20/09/06

Il temporale

Amava i temporali, la tensione che saliva, il vento urlante e l’elettricità dell’aria lo facevano sentire bene, osservava compiaciuto la gente guardare preoccupata le nuvole nere che si addensavano e gli alberi che piegavano i rami sotto le raffiche.
Il rappresentante di parafulmini si fregò le mani, , raccolse la custodia di due metri e riprese il suo giro.

1 commento:

Pluvio Giove ha detto...

Interessante, da grande voglio fare il parafulminivendolo.