11/07/06

Onorificenza

Tutto era pronto per la cerimonia, Haemo aveva indossato il costume da gran Visir e giocherellava con una delle decorazioni che gli pendevano dal petto ricavata da un cordone delle tende del salotto, era il giorno del ricevimento dei muftì, i disgraziati si accalcavano fuori della porta del garage e su tutti spiccava De Pretis che al grido : “ Non spingete ce n’è per tutti” manteneva la pool position.
Finalmente, all’ora quarta, la serranda si sollevò ed i variopinti figuri si accomodarono per terra sulla moquette verde mare recuperata al salone per gli accessori da bagno.
“ Vi ho qui riuniti miei diletti “ esordì Royd “ per la maggior gloria della nostra confraternita, oggi distribuirò ai migliori di voi la decorazione dell’ordine della salamandra” .
Dall’assemblea si alzo ritmico il grido :” GO DU RIA GO DU RIA GO DU RIA”
L’avvocato Pennini ebbe un leggero malore ma passò subito.
Dopo l’aspersione rituale dei convenuti con profumo della LIDL ed il versamento di una congrua cifra a titolo di rimborso spese Marika passò ticchettando fra i muftì ed ognuno ebbe quello che gli spettava.
Qualcuno si commosse.

2 commenti:

Jeanduyacht ha detto...

Haemo emerito, questo racconto mi ha fatto sballare (in gergo jazz si potrebbe definire uno standard con arrangiamento classico ma eccellente). Alcune annotazioni: 1) GODURIA è l'anagramma di DIO RAGU', oppure di IU (nel senso di YOU) DRAGO, ma anche di ARIU (nel senso di ARE YOU) GOD? (non ti montare la testa!). 2) Presumo che fra i variopinti figuri fosse presente il famigerato notaio LoTurco. 3) Cazzo, quanto mi attizza 'sta Marika!!!!! (e non tenerla tutta per te, egoista!!!).

Anonimo ha detto...

Super color scheme, I like it! Keep up the good work. Thanks for sharing this wonderful site with us.
»