21/09/08

All Blacks


“Professore un grave problema mi perseguita, la mia vita è condizionata negativamente, ho troppe rughe, sembro stropicciato, la prego mi aiuti!” disse il signore periquarantenne seduto di fronte ad Haemo.
All’Ultraumano bastò un’occhiata per capire:”Come si chiama giovanotto?” chiese partecipativo.
“Lino Eccellenza”
“Questo spiega tutto”replicò il Taumaturgo, poi improvvisò lapperlà una danza maori.

12 commenti:

Fosca Barberini ha detto...

Eccellenza...e se fosse stata canapa indiana?ciao Fosca

Haemo Royd ha detto...

Si sarebbe chiamato Canapo Indiano ma è un nome inconsueto....
ciao

ladyoscar ha detto...

Ci voleva un ferro da stiro... a vapore naturalmente.

Pipoca ha detto...

Ottima terapia.
I suoi casi sono sempre così emozionanti, che spesso mi chiedo come le possano bastare solo 24 ore al giorno per essere così sapiente.

Visir ha detto...

Il segreto mi venne rivelato da un anziano playboy che conobbi in crociera lungo le isole Andamane.

Gli domandai come faceva alla sua veneranda età a dividersi con le cinque procaci donne con le quali si accompagnava.
Egli mi illuminò con la sua risposta: "Il segreto Sir Vis" mi disse "Sta non nel dividersi, ma nel moltiplicarsi".
Lo ringrazai con un inchino e da allora non fui più lo stesso.

Jean du Yacht ha detto...

Ma Eccellenza era il cognome?:D

Octuagenario ha detto...

Visir, per caso questo sapiente aveva scoperto il segreto del penis enlargement?
No, perché la cosa mi interesserebbe...

Visir ha detto...

Certamente Octy!
Egli me lo rivelò durante una "suare'", tenutasi nel salone delle feste, sul bastimento che ci portava verso il golfo del Bengala.

Mi disse, fra il tintinnio dei cristalli e la musica dell'orchestra: "A Lei non servirà, ma se un suo amico le chiedesse il modo di averlo di 25 cm. le indicherò come fare".
Poi soave continuò: "E' semplice, basta imparare a ripiegarlo in tre".

Poi entrambi ci abbandonammo al turbinio di un valzer viennese con le rispettive dame.

In lontananza la luna piena, benigna, benedisse la calda nottata che avvolgeva questi momenti magnifici.

Pipoca ha detto...

Come già notato da Octopus,
noto che anche qui c'è molto lavoro di lunedì mattina.

Il dono della moltiplicazione non mi è nuovo Grande Sir Vi, già mi capitò personalmente in una festa a Cana di poter assistere allo strano fenomeno dello sdoppiamento visivo che mi consentì la duplice visione delle botti di vino.
Una festa abbastanza movimentata di cui gli esegeti hanno molto discusso.

Essi sostengono addirittura che fui io a ballare il can can sulla mensa, ma su questo le versioni sono sempre state discordanti.

Ricordo anche che per i postumi fui curata da un tale Rodriguez, il famoso sciamano di Punta Cana, che con le sue fumigazioni mi permise di entrare in contatto con il grande Sir Wi.

Immagino un suo parente, sovrumano possessore della grande legge segreta della moltiplicazione e triplicazione.

Mi inchino alla sua supremazia indiscussa e striscio sulla ghiaia davanti alle sue parabole, in attesa sua benedizione

Visir ha detto...

Le faccio dono di muffule da sampai per la sua affettuosa idolatria nei miei confronti.

"Vadi" ora per il mondo dimentica.

"Chi vuol viver sereno non deve aver memoria".

Ora mi scusi che devo spegnere la mia aureola che è giorno fatto.

Jean du Yacht ha detto...

Soltanto il giorno è fatto? Ne siamo sicuri?

Visir ha detto...

La sua ironia un giorno la perderà, mio arguto amico...Forse non sa che il mondo perdona tutto tranne la verità?

:D