11/03/11

Lento scorre il fiume

Si udivano solo i borborigmi del popolo che silenzioso aspettava che Ra sorgesse, Haemete paludato nelle sue vesti di Sommo Sacerdote attendeva a braccia aperte, il nobile viso sollevato ad est.
Finalmente il primo raggio eruppe glorioso.
" O Ra Signore dell'universo, noi ti ringraziamo per la luce ed il calore che ci doni" pontificò l'Eliofilo . Il Nilo scorreva lento.
" Vorrei far godere il popolo, quanti pani e quanti pesci serviranno?" chiese Haemete.
De Pretakis lo scriba greco si concentrò: " Vediamo, saranno cinquecento persone, diciamo un pane e un pesce moltiplicato cinquecento...fanno cinquecento pani e cinquecento pesci"
" Così sia"
E la festa cominciò.

1 commento:

lentiggine blu ha detto...

Che cristo di un Cristo! anche i miracoli, ha copiato...