03/07/07

Gelosia



“ Sono esterrefatto!” esclamò Haemo al cospetto di Marika la quale , in piedi come un senatore romano, aveva appena finito di leggere una poesia ispiratale dal bagnino romagnolo.
“ Ma ti sembra il modo? E poi quel : mi chiamo Marika son di paprika dal buco del culo alla fica , non è per niente fine! “.
Lei fece spallucce e si sparò nel gozzo un litro di yoghurt ai mirtilli rossi.

2 commenti:

Jean du Yacht ha detto...

Per quanto riguarda la foto lì per lì l'ho scambiata per la faccia di un ciclope col sopracciglio molto molto folto, poi per un posacenere da vuotare, poi ovviamente ho capito che si trattava di una parrucca.
Per quanto riguarda la poesia, ha ragione Haemo, non è per niente fine; poteva mettere: mi chiamo Marika son di insalata russa dal buco del culo alla mussa; oppure mi chiamo Marika son di peperonata dal buco del culo alla patata, oppure mi chiamo Marika son di albicocca dal buco del culo alla gnocca.

Anonimo ha detto...

Dante non era nessuno al tuo confronto....Vate (r)